Crea sito

Leonard Nimoy – E’ morto il vulcaniano Spock

Leonard Nimoy si spegne oggi, all’età di 83 anni,  per una malattia polmonare che ha segnato gli ultimi mesi della sua vita. Consapevole che la fine era ormai vicina, Nimoy ha lasciato un criptico tweet appena quattro giorni fa, facendo presagire il peggio ormai imminente: “La vita è come un giardino. Si possono avere momenti perfetti, ma nulla li preserva, eccetto la memoria. LLAP (aka Live Long And Prosper)”

 

 

Autentica leggenda della televisione e del cinema per oltre mezzo secolo, era l’idolo indiscusso di tutti i Trekker esistenti da qui fino alla galassia più prossima; aveva un curriculum lungo quanto un rotolo di carta igienica e senza troppo badarci continuava a fare apparizioni qua e la che non avevano nessun esito diverso da quello di aumentare la sua leggenda. Nimoy, lo Spock originale per chi fosse appena tornato da un viaggio interstellare, aveva la bellezza di 83 anni e nessuna intenzione di appendere le orecchie appuntite al chiodo. Ritornato in pompa magna al cinema con il reboot di Star Trek nel 2009, aveva concesso una breve apparizione anche nel recentissimo sequel Into Darkness e si dedicava a una miriade di camei e apparizioni in serie televisive e pubblicità. Come Stan Lee, aveva fatto della sua vena nerd un marchio di fabbrica, giocando sempre sull’essere l’ufficiale scientifico vulcaniano Spock dentro e fuori dai set cinematografici. In The Big Bang Theory è stato citato fin dalla prima serie come guida spirituale di Sheldon Cooper nonchè sua autentica fonte di ispirazione. Come dimenticare lo strumento che mette a tacere tutte le diatribe Carta, Forbici, Sasso, Lizard, Spock? Tanta era la venerazione verso Spock che nella sesta stagione gli è stata dedicata un’intera puntata del programma.
111941-leonard-nimoy-on-big-bang
Bruno Mars lo aveva usato come protagonista del video di The Lazy Song, dove Nimoy è una sorta di Drugo cinico che non si risparmia di andare a fare la spesa in accappatoio e ciabatte. Qui il confronto con l’amico Kirk è a dir poco esilarante: Shatner infatti a differenza di Nimoy ha continuato la sua carriera intraprendendo strade più o meno discutibili, se non realmente ridicole.

 

E che dire dell’ultima esilarante pubblicità Audi, dove vecchio e nuovo Spock vivono una rivalità così maniacale da dover passare continuamente da una sfida all’altra. Leonard Nimoy che recita Lo Hobbit guidando la macchina fa letteralmente spaccare. Anche qui le citazioni e gli omaggi al suo personaggio di Spock sono innumerevoli (come quando finge di stare male in macchina), ma l’irriverenza sta nel fatto che il suo rivale Zachary Quinto (il nuovo Spock) non fa nessun uso strumentale del suo personaggio, rendendo ancora più caricaturale l’interpretazione di Nimoy.

Il simaptico vecchietto ha nel tempo prestato la sua voce  a numerosi personaggi del piccolo e del grande schermo, come Gigatron, un diabolico transformer nella omonima serie animata e Sentinel Prime nel più recente The Dark Side of the Moon di Michael Bay. Leonard Nimoy resterà per sempre un mito dell’universo nerd conosciuto. Lunga vita e prosperità dott. Spock!