Crea sito

Perchè The Big Bang Theory non è più come una volta

Perchè questo titolo? In fondo è una serie che incolla allo schermo milioni di telespettatori in tutto il mondo. In america continua ad essere premiata con valanghe di premi e i suoi dati di ascolto sono in costante crescita. L’ultima serie è la più vista tra tutte e sei le stagioni, equiparandola all’ultima stagione di Friends che nel lontano 2004 arrivò a picchi di 20 milioni di spettatori a puntata. Una cosa assolutamente impressionante, eppure il tono della serie a mio avviso è cambiato, snaturandosi e commercializzandosi oltre l’improponibile. Le risate di un tempo, con li occhi lucidi e la bava alla bocca hanno lasciato il posto prima alle sommesse sghignazzate e poi ai semplici sorrisetti.


E’ una serie contaminata da una sequela di stereotipi amorosi che ne hanno trasformato il tema di fondo, lasciandosi alle spalle il vero motore della storia: l’essere nerd. Quanto mi mancano Kripkie e Leslie, le gare di fisica, gli esperimenti comportamentali di Sheldon sulle altre persone, la sfiga con le ragazze, le spade laser e le macchine del tempo giocattolo, i videogames, i bazinga o le strane invenzioni. Tutto soppiantato dalla presenza ormai costante del trio femminile che cannibalizza spazio ai veri protagonisti. Peggio del peggio è il tentativo di Penny & co. di comprendere il mondo di Leonard cercando di emularne gli interessi. Manca il nerdismo di un tempo e i produttori lo sanno, tanto da alternare puntate assolutamente noiose a quelle (vedi l’ultima della convention di Star Trek) in cui si strizza l’occhio alla sottocultura geek e tutti i suoi stereotipi. Ma il danno più grave riguarda il personaggio di Sheldon Cooper.


Cosa sta accadendo al cinico professore di fisica di un tempo tutto fumetti, fisica e misantropia? Le sue bizzarrie sono storia ormai e da trascinatore della serie è diventato personaggio al pari livello degli altri. Sei stagioni sicuramente portano gli sceneggiatori ad esplorare nuovi personaggi, nel tentativo di non ripetersi e di dare freschezza alla serie, ma quanto ancora durerà tutto questo? Forse c’è bisogno di nuovi protagonisti a cui dare spazio (come Alex), e rottamarne altri che da un sacco di tempo fanno solo da contorno (basta Kottrappali e Fawler) prima che la noia uccida una delle migliori sit-com degli ultimi anni.